di: Comune di Verbania

Villa Simonetta

La rinascita di una storica dimora

Via Francesco Simonetta - Verbania

Villa Simonetta è l’ultimo gioiello restituito alla città a seguito di un sapiente lavoro di restauro che, dopo anni di incuria e degrado, ha riportato questo elegante edificio dal grande valore storico e simbolico per la città di Verbania ai suoi antichi splendori.

Villa Simonetta venne edificata alla fine del diciottesimo secolo da Giambattista Simonetta, un ricco commerciante intrese. L’elegante edificio a forma di “U” ospitava nella sua parte principale rivolta a lago la famiglia Simonetta, mentre le  due ali laterali erano a uso del personale di servizio.  In seguito venne costruito un porto di piccole dimensioni utilizzato dalla famiglia, proprietaria di una delle ditte di spedizioni più importanti della zona, per il carico e lo scarico delle merci.
La villa deve la sua notorietà al figlio di Giambattista, Francesco, il quale nella città di Pavia, dove studiava,  entrò in contatto con  gli ambienti risorgimentali all’interno dei quali assunse un ruolo di una certa rilevanza diventando colonnello delle truppe garibaldine.

Nel giugno 1862 Francesco Simonetta ebbe come illustre ospite nella sua casa di Intra il generale Giuseppe Garibaldi, fatto che più di tutti diede notorietà a Villa Simonetta, anche al di fuori dei territori circostanti. 
Il 5 giugno Giuseppe Garibaldi sbarcò all’imbarcadero coperto di Intra, acclamato con musica e accolto dalla tettoia decorata con bandiere tricolori. Affacciatosi al balcone del palazzo municipale, tenne un toccante  discorso di incoraggiamento all’unità e alla resistenza allo straniero. A seguire fece visita alla sede della Società di Mutuo Soccorso e Istruzione fra gli Operai d’Intra e dintorni, dove fece dono del proprio cappello. Il cappello del Generale è tuttora conservato dalla Società come prezioso cimelio.
Garibaldi restò a Villa Simonetta fino al giorno 8 giugno, una lapide commemorativa posta sulla facciata della casa celebra la storica visita.

Francesco Simonetta morì di tifo nel 1863, un anno dopo l’illustre visita.
Nel corso della sua lunga storia la villa ebbe vari proprietari e nel 1990 fu acquistata dal Comune di Verbania.  Dopo un certo periodo in cui la villa fu utilizzata come sede scolastica secondaria dell’Istituto Cobianchi, è seguito un inesorabile progressivo abbandono.
Nell’ambito del progetto Strategia Urbana Sostenibile PorFesr 2014-2020 “Verbania, la riscoperta della bellezza”, grazie a un investimento complessivo di 3.2 milioni di euro (di 2,7 milioni di euro di fondi dell’Unione Europea), l’ Amministrazione Comunale ha fatto sì che avvenisse un imponente e rispettoso lavoro di recupero, restauro e riqualificazione di Villa Simonetta iniziato nel giugno 2018 per poi concludersi  nel marzo 2021.

Villa Simonetta è stata dunque restituita alla cittadinanza ed è oggi utilizzata per mostre d’arte, concerti ed eventi culturali.
In una delle sue ali laterali è ospitato il museo Casa del Lago.

Contatti

Email: infoturismo@comune.verbania.it

Tel: (+39) 0323 503249

Trova in zona

0.11 km

0.13 km

0.34 km

0.35 km

0.43 km

0.47 km

0.48 km

0.52 km

0.53 km

0.53 km

0.58 km

0.66 km

0.95 km

0.95 km

1.06 km

1.10 km

1.23 km

1.29 km

1.93 km

2.13 km

Serve aiuto?

Scrivici per domande, feedback, info e prenotazioni

Scrivi