di: Comune di Verbania

Villa San Remigio

Il Giardino nato da un sogno

Via S. Remigio, 20 - Verbania

“Noi Silvio e Sofia Della Valle di Casanova, qua dove l’infanzia ci unì, questo giardino nato da un comune sogno di gioventù adolescenti ideammo, sposi eseguimmo.”

Sulla sommità della Castagnola di Verbania Pallanza, poco distante dalla chiesetta romanica di San Remigio e al confine con i più famosi giardini di Villa Taranto, gli sposi Silvio Della Valle di Casanova e Sophie Browne, primi cugini, realizzarono il giardino del sogno. Musicista e poeta lui, formatosi al Conservatorio di Stoccarda e a Weimar con Franz Liszt, appassionata pittrice lei, dal 1897 al 1916 Silvio e Sophie trasformarono con raffinata sensibilità artistica l’estesa proprietà del nonno, il diplomatico irlandese Peter Browne: rimodellarono il parco scosceso e roccioso con ampie terrazze a giardino, arricchirono il bosco di rare essenze botaniche, sostituirono il vecchio chalet (costruito nel 1863), con un palazzo in stile barocco napoletano.

Il parco rappresenta una sorta di “storia dei giardini” dove i giardini nei vari stili, all’italiana, all’inglese, medievale, bosco e frutteto, si rincorrono e sfumano gradatamente l’uno nell’altro formando un tutt’uno di eccezionale armonia. Ma i veri protagonisti del giardino sono i sentimenti: la tristezza nel giardino della mestizia si contrappone ai colori e al movimento del giardino della letizia, vi è uno spazio per le ore che furono mentre dal luogo dedicato alle memorie si accede al giardino dei sospiri.

Gli ampi spazi di stile inglese fanno da contrappunto ai luoghi più reconditi come l’hortus conclusus dove l’atmosfera si fa più raccolta, per l’intimità del luogo stesso e per la presenza della chiesetta romanica di San Remigio.

A completa realizzazione del sogno, in un clima di mecenatismo rinascimentale, la villa diede ospitalità e ispirazione a Gabriele D’Annunzio, Isolde Kurz, Richard Voss, Georg Brandes, ai pianisti Clara Wieck Schumann, Emil Von Sauer, Eugen D’Albert, Wilhelm Kempff, al compositore Hugo Wolf e a Ferruccio Busoni che proprio a San Remigio fu ritratto da Umberto Boccioni.

Villa San Remigio dal 1977 appartiene alla Regione Piemonte e attualmente ospita corsi e convegni internazionali dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro”.

Il giardino è sottoposto a una importante opera di restauro in previsione di una prossima apertura al pubblico.

Contatti

Email: turismo@comune.verbania.it

Tel: +39 0323 503249 (IAT Verbania)

Trova in zona

0.32 km

0.35 km

0.44 km

0.45 km

0.67 km

0.72 km

0.86 km

0.88 km

0.92 km

0.99 km

1.02 km

1.03 km

1.03 km

1.04 km

1.19 km

1.19 km

1.21 km

1.21 km

1.58 km

1.63 km

Serve aiuto?

Scrivici per domande, feedback, info e prenotazioni

Scrivi